Molti Divani Moderni Si Distinguono Per le Forme Regolari

Grande divano moderno in tessuto imponente.

Per il suo ruolo estremamente importante, la scelta del divano è piuttosto difficile e, poiché un divano è destinato a durare negli anni, la scelta di questo complemento d’arredo deve essere compiuta con moderazione.

Al di là dello stile, i divani possono essere di vari tipi in base alle esigenze.

In linea di massima rinnovare il proprio salotto non dovrebbe essere una impresa titanica. Divano moderno in pelle beige, reclinabile e di design.

Quali sono gli elementi strutturali più importanti da tener conto nella scelta di un divano? I divani moderni hanno un design originale e sono realizzati con materiali di ultima generazione, pur rispettando gli standard qualitativi che contraddistinguono da sempre i nostri sofà. Il Poltronificio offre alla propria clientela un’ampia gamma di divani moderni e confortevoli, tra cui potete scegliere quello che più si adatta allo stile e al design della vostra living room. Scorrendo le immagini sul catalogo divani moderni, si visualizzano i colori o l’aspetto nelle fasi di apertura per offrire maggiori informazioni alle persone che desiderano comprare senza perdere l’occasione di approfondire ogni tipo di elemento.

Le due tipologie migliori, tra i vari in commercio, sono il tipo waterlily e il memory.

Scegli il tuo divano a due o più posti, oppure scegli tra poltrone, chaise longue, divani con poggiatesta e poggiapiedi, divani ad angolo, divani letto e molti altri.

Divano più venduto della ns collezione. Lo stile unico di questo modello di divano 3 posti è il un ottimo compromesso tra le esigenze dell’arredo contemporaneo e un gusto un po’ più ricercato, tendente al classico e al tradizionale. Possiamo tranquillamente affidarci ai maestri dell’arredo senza dubitare.

Eccellente divano in pelle e/o tessuto con basamento interamente in legno massiccio in faggio.

Se invece il divano ha una destinazione puramente di rappresentanza, lo userai solamente quando ci sono ospiti; in questo caso potrai scegliere un tessuto pregiato e anche delicato, come il damascato, il velluto, il gobelin. Classico, contemporaneo, ultra minimal, con penisola, ad angolo, trasformabile, con banquette, con sedute estraibili… per ogni gusto un divano diverso. La penisola, essendo sprovvista di spalliera, si adatta a diversi usi: pensatela ad esempio come perfetto piano da gioco per i bambini. La leggerezza e la sinuosità della struttura in ciliegio culminano nel gioco di luci e ombre creato dagli intagli dell’elegante gamba traforata.

Nel nostro negozio avrai a disposizione tutte le proposte di Divani in stile Moderni, per impreziosire un casa che parli di te e che rifletta la tua personalità. Entra nel nostro shopping club e scopri i modelli e le novità più adatte ad una casa arredata in stile moderno: tutto, o quasi, è quindi concesso in fatto di stile, che si tratti di modelli ampi e destrutturati dalle cuscinature versatili, o di soluzioni più compatte e classiche. Al giorno d’oggi, esistono tantissimi modelli di divani di tutte le dimensioni, forme e colori. Come valutare i campioni di colori e materiali in un campionario online? Considerate che in questi casi che il divano si consumerà più velocemente del solito, puntate quindi su un divano con una struttura particolarmente resistente e con materiali facilmente lavabili. Non c’è che dire, un divano letto angolare è pratico, comodo e adattabile. Sono riusciti a creare un bel divano letto di color rosso e bianco che dovrebbe sposarsi perfettamente con un arredamento moderno. Divano contemporaneo con larghi bracci sfruttabili anche come seduta. Altezza seduta 36 cm, profondità seduta 55 cm, larghezza bracci 35 cm.

Ti offriremo la possibilità di trovare le infinite possibilità per ammobiliare la casa con Divani in stile Moderni al meglio. Il soggiorno rispecchia più di ogni altro la nostra personalità: è infatti il luogo in cui passiamo la maggior parte del tempo quando siamo in casa e dove accogliamo ospiti e visitatori. Il primo dovere che si ha nei confronti di sé stessi e degli ospiti nel momento in cui varcano la soglia della nostra casa, è quello di fornire loro un ambiente di confort e ospitalità. Registrati e ricevi un coupon di 10 da usare sul primo acquisto di 50. Poco, arredamenti economici, cucine, soggiorni, camere da letto, camerette, divani disponibili su https://www.newformsdesign.com/arredamento/divani-moderni/. Tra le imbottiture sintetiche per divani troviamo il lattice in fiocchi, la gommapiuma e il poliuretano espanso, le imbottiture naturali sono di piuma d’oca. Tuttavia con un bimbo di 4 anni sono sconsigliabili i colori troppo chiari. I colori vivaci dell’estate appena trascorsa si ritrovano nelle scelte dei rivestimenti in lino 100% stone washed.

Si viaggiare! aforismi: I migliori libri da portare in viaggio

Per viaggiare non occorre necessariamente fare le valige e partire per un luogo incantevole, si può viaggiare anche stando seduti comodamente sul divano di casa, magari in compagnia di un buon sottofondo musicale e di un ottimo Cognac. In un contesto del genere, basta infatti un buon libro che stimoli il pensiero per lasciare la propria città e recarsi in qualunque parte del mondo volando sulle ali della fantasia. Di libri adatti allo scopo ce ne sono tantissimi, e forse sono numericamente di più dei bellissimi luoghi sparsi sul pianeta che si possono visitare preparando le tradizionali valige. Che siate comunque viaggiatori da divano o incalliti escursionisti, un buon libro non deve mai mancare. Io ad esempio amo leggere libri di aforismi, che oltre a stimolare il pensiero forniscono in una conversazione una buona base per citazioni ad effetto.

A tal proposito, se volete avere sempre a portata di mano un aforisma o una frase celebre che vi tiri fuori d’impaccio, mettete nel vostro bookmark il sito letteralmente.net. Qui troverete una vastissima raccolta di frasi ben catalogate suddivise per autore o argomento.

Se però durante un viaggio o più semplicemente quando siete distesi sul divano, amate ancora sfogliare un libro per il piacere che suscita il contatto della carta sulla pelle, allora questi libri sull’argomento aforismi sono quelli che fanno per voi:

gli aforismi più belli di tutti I Tempi
Un libro racchiude aforismi di grandi poeti, scrittori e filosofi che hanno saputo spiegare il senso della vita in poche parole.

Il piccolo grande Libro degli Aforismi
Questo libro racchiude un’ampia raccolta di frasi celebri e citazioni sui tanti perché della vita, dall’amicizia all’amore solo per indicare qualche argomento.

Aforismi sulla felicità
Il titolo è il suo programma. Dunque se vi sentite infelici o più semplicemente tristi, questo libro vi farà cambiare stato d’animo

Infine qualunque sia il vostro viaggio, questa frase di Andrej Tarkovskij vi farà molto riflettere.

C’è un solo viaggio possibile: quello che facciamo nel nostro mondo interiore. Non credo che si possa viaggiare di più nel nostro pianeta. Così come non credo che si viaggi per tornare. L’uomo non può tornare mai allo stesso punto da cui è partito, perché, nel frattempo, lui stesso è cambiato. Da sé stessi non si può fuggire.

Buon Viaggio, ovunque andiate

The post aforismi: I migliori libri da portare in viaggio appeared first on Travel Platform.

Si viaggiare! Voglia di partire, ma se capita un imprevisto?

Con l’arrivo della bella stagione la voglia di partire aumenta, è fisiologico. Non importa la meta, l’importante è partire, staccare la spina, andare altrove, lontani da quella routine, da quel solito tran tran quotidiano. Lavoro, palestra, casa, figli, tutto di corsa. Si accumula tanto stress e non si ha mai il tempo nemmeno per recuperare le energie perdute. Ecco che l’idea di una vacanza non solo non dispiace, ma diventa proprio un’esigenza. La meta è una cosa prettamente soggettiva, dipende solamente dai gusti, e ovviamente dal budget, di chi deve partire. Diciamo in generale che noi italiani amiamo le mete all’estero, sogniamo paesi tropicali, spiagge bianche, palme e acque cristalline che lambiscono l’arenile. Già ci possiamo immaginare sdraiati su un’amaca, all’ombra di una rigogliosa palma, mentre gustiamo un cocktail variopinto alla frutta. Questo, almeno, è quello che accade nell’immaginario collettivo, ma nella realtà?

Gli spiacevoli imprevisti

Nella realtà purtroppo non sempre le cose vanno come auspichiamo, o meglio, come dovrebbero, Tante volte accade che un viaggio inizi male e finisca peggio. Basta poco, comunque, per rovinare un viaggio, sia che lo si sia organizzato da soli, sia che lo si sia acquistato presso un’agenzia di viaggi. Uno degli incubi ricorrenti di chi sta per partire è quello di perdere il bagaglio. L’immagine è grama: tu sei li che corri verso il nastro alla ricerca della tua valigia. Aspetti. Il nastro inizia a scorrere e i bagagli cominciano a uscire. Valigie variopinte, trolley blindati, c’è di tutto, ma non il tuo bagaglio. Aspetti, starà per uscire – pensi – arriverà. La gente inizia ad andare via (col suo bagaglio) ma il tuo non c’è. Dopo che aspetti lì per mezzora ti rendi conto che il tuo bagaglio non uscirà mai. L’hanno smarrito.

Il volo cancellato

Un altro must delle cose più temute dai viaggiatori è il volo cancellato. Non solo, infatti, si tratta di un fastidioso disguido, ma se si sono fatti determinati programmi incastrandoli sull’asse temporale, con tutta probabilità si sarà costretti a rivederli. Eppure sono tante le persone che, magari colme di entusiasmo, arrivano alla sala d’attesa, con il bagaglio impacchettato come si deve, rispettando tutte le normative della compagnia aerea. Ci si siede trepidanti, del resto c’è sempre un po’ d’ansia prima di partire, e poi tac, uno sguardo al tabellone e si vede che il proprio volo è stato cancellato.

Cosa fare in questi casi

Molti reagiscono con una valanga di improperi, altri pestando i piedi come avessero ancora 5 anni, ma la cosa giusta da fare è quella di iniziare immediatamente un percorso per avere un risarcimento. Per esempio, si può richiedere un rimborso Volotea, se viaggiamo con questa compagnia, che ci ha smarrito il bagaglio o ci ha cancellato il volo, ci sono diversi casi in cui si può ottenere il giusto risarcimento. Certo, la vacanza dovrà essere quanto meno riassettata in base all’inconveniente, ma basta un po’ di spirito di adattamento per trascorrere stupende giornate al sole dei Caraibi, o ovunque si voglia.

The post Voglia di partire, ma se capita un imprevisto? appeared first on Travel Platform.

Si viaggiare! Vacanze di Natale 2017: come organizzarle

Le vacanze di Natale 2017 si avvicinano e, se vogliamo trascorrerle in maniera ben organizzata, senza sorprese e senza stress, bisogna muoversi per tempo, cominciando già da ora a definire la meta e le tempistiche.

Vacanze di Natale 2017: definire la destinazione

Innanzi tutto dobbiamo sapere con certezza quanti giorni abbiamo a disposizione e, in secondo luogo, definire il budget da destinare. A questo punto la domanda da porci è: dove andare? Le offerte di Natale sono innumerevoli, sia in Italia che all’estero, e abbiamo davvero l’imbarazzo della scelta, che dipenderà dai nostri gusti, dai viaggi precedentemente effettuati e dai posti che desideriamo ancora conoscere.

Potremmo optare verso le classiche capitali europee, che durante le feste natalizie sfoggiano addobbi suggestivi, mercatini, eventi e manifestazioni caratteristiche, avvolgendoci in un clima natalizio unico. Basti pensare a Parigi, agli Champs-Elysees, tra Place de la Concorde e il Rond-Point, ornati e illuminati a festa fino alla prima settimana di gennaio, ai suoi mercatini natalizi e alla Torre Eiffel con le sue illuminazioni notturne famose in tutto il mondo.

Altra destinazione molto gettonata durante il Natale è la montagna, soprattutto per gli amanti della neve e delle sue discipline, come sci e snowboard. Qui l’Italia vanta una tradizione notevole, con piste innevate di prim’ordine e strutture all’avanguardia. Il turismo invernale è ben collaudato in Italia, dal Trentino alla Val d’Aosta, ma anche l’europa offre soluzioni molto interessanti, come Austria, Francia, ma anche Svizzera e nord Europa.

Infine ci sono gli amanti delle vacanze di Natale al caldo, gli irriducibili del mare. Qui le scelte sono forzatamente all’estero, ma anche in questo caso la quantità di offerte è molto alta e ce n’è per tutti i gusti, da quelle low cost a quelle di lusso. Le destinazioni migliori rimangono sempre le stesse, dalle Canarie, a poche ora dall’Italia, fino alla Florida, come viaggio molto più impegnativo e che richiede sicuramente più giorni di permanenza. Ma non dimentichiamo il fascino del Mar Rosso, il lusso e la modernità di Dubai, i luoghi da sogno di Capo Verde e del Madagascar, fino alle acque cristalline delle ormai famosissime Maldive.

Sicurezza nei viaggi

Sembra un argomento quasi secondario, ma è bene spendere più di un’attenzione durante le nostre vacanze di Natale, come in tutti gli spostamenti, per non rimanere scottati e per non dire poi la fatidica frase “se ci avessi pensato prima”. Non sono rari, infatti, i casi di vacanze rovinate da eventi indipendenti dalla nostra volontà, quali ritardi o annullamenti dei voli, cadute accidentali o anche incidenti stradali con auto noleggiate. In questi casi è bene partire prevenuti, sapendo quali sono le varie procedure di risarcimento, i vostri doveri, ma soprattutto i vostri diritti, e di controllare bene le clausole, ad esempio, di un noleggio auto.

Sono davvero minuti spesi bene che vi eviteranno eventuali grattacapi e vi faranno trascorre le vostre vacanze di Natale con maggiore tranquillità.

The post Vacanze di Natale 2017: come organizzarle appeared first on Travel Platform.

Si viaggiare! Le attrazioni dell’isola di Gran Canaria

A circa duecento chilometri dalle coste occidentali dell’Africa si trova l’arcipelago delle Canarie, tra le cui isole si distingue Gran Canaria.

E’ definito “un continente in miniatura” con una gran varietà di climi e paesaggi: dai paesini coloniali alla zona desertica, dalle spiagge ai vulcani, dalle foreste e le valli ricche di vegetazione endemica alle montagne.

Lo stesso simbolo dell’isola, il Roque Nublo, la divide tra un sud assolato e arido ed un nord molto più selvaggio, senza contare Pico de Las Nieves, la vetta più alta dell’isola spesso innevata.

Dunque, se vi state chiedendo che cosa visitare a Gran Canaria, siete nel posto giusto: ecco la nostra mini-guida introduttiva a quest’isola.

Attrazioni Naturalistiche di Gran Canaria

Il Roque Nublo è un imponente massiccio di origine vulcanica di 1.800 metri sul livello del mare, col picco spesso avvolto dalle nubi e antico luogo di culto dei guanches: percorrere i sentieri aridi che portano al “Roque” significa godere di paesaggi imperdibili, dalla terra brulla al mare di vegetazione in lontananza.

I monumenti naturali dell’isola sono il Pico de Bandama, alto 500 metri, e la Caldera di Bandama, nella zona di Tafira: la caldera è un enorme cratere vulcanico risalente ad almeno 4000 anni fa con un grande valore scientifico.

Città e borghi del nord dell’isola

La città principale dell’isola è Las Palmas, col bellissimo centro storico Vegueta dalle strade con almeno 500 anni di storia, ricche di edifici come la Casas Consistoriales, la Cattedrale di sant’Anna e La Casa-Museo Colón: quest’ultima era l’antica casa del governatore visitata dallo stesso Cristoforo Colombo arrivato sull’isola per riparare la caravella “Pinta”.

Molto piacevole è la spiaggia cittadina Playa de Las Canteras, con il suo lunghissimo lungomare urbano di oltre 3 kilometri.

Sempre restando a nord, sono assolutamente da visitare paesini lontani dal turismo di massa: Arucas, dal pittoresco centro storico con le vie acciottolate e sede della fabbrica del tipico rum canario, e Teror con edifici storici dallo stile architettonico canario, con balconi in legno finemente decorati e la Basilica de Nuestra Señora del Pino, dedicata alla patrona dell’isola.

Prima di scendere a sud, è consigliato soffermarsi ad Agüimes, la città col più antico centro storico delle Canarie, immersa nella Valle di Guayadeque che, tra fitti palmeti e vegetazione endemica, cela tracce di insediamenti umani. Qui si trova il Barranco de Guayadeque, una riserva naturale che tra cactus, pini e palme nasconde preistoriche grotte e antiche tombe dei guanches.

Il sud turistico di Gran Canaria

Il sud di Gran Canaria è simboleggiato da Maspalomas, cittadina turistica che deve la sua fama alle omonime Dune di Maspalomas: una distesa di dune sabbiose che arrivano sino al mare, ricreando un vero paesaggio desertico.

A ovest si trova l’affascinante borgo di pescatori di Puerto de Mogàn, la Venezia delle Canarie, dal clima che invoglia rilassanti passeggiate sul molo, costeggiando colorate casupole abbellite da ibiscus e buganvillea.

Attraverso brulli sentieri si può raggiungere la rurale Mogàn, forse il paese più autentico dell’isola.

Le Spiagge di Gran Canaria

Nonostante la costa prevalentemente rocciosa Gran Canaria abbonda di spiagge come le famose Playa de Las Canteras, Playa del Inglès e sopratutto la spiaggia al limitare delle Dune di Maspalomas; la più isolata è la spiaggia del paese Agaete, famoso per il “Roque Partido”, una curiosa roccia dalle sembianze di un dito.

Le spiagge più caratteristiche dell’isola sono sicuramente quelle laviche della graziosa cittadina di Telde: attraversando il quartiere “San Francisco” si scorgono croci, a testimoniare la via crucis dei francescani che nel 1610 giunsero in città fondando una chiesa e un convento.

The post Le attrazioni dell’isola di Gran Canaria appeared first on Travel Platform.